Crollo.

WARNING: This article was written 9 years ago, it may contain informations that are no longer valid.

[articolo tecnico ma non troppo, gustabile anche dai comuni mortali]

Ok, da oggi dichiaro ufficialmente chiusi i servizi Adam RPC e frab sms system.

Ma prima di dirgli addio per sempre, vediamo un attimo cos’erano e perchè mi/ci(?) mancheranno:

Adam RPC, nome derivato da Adam’s song del Blink 182 + RPC (Remote Procedure Call) nacque da un problema che mi tormentava quando ancora non era famoso Shazam e non avevo internet sul cellulare: molte volte gli speaker alla radio non annunciavano il titolo delle canzoni, facendomi innervosire.

Così feci uno schizzo su uno scontrino, immaginando: mando un sms ad un cellulare, si attiva uno script sul computer, il computer va sul sito della radio selezionata e cerca la sezione “IN ONDA”, decifra titolo e artista, e mi risponde con un sms.

Da lì ho interfacciato un vecchio Nokia 3510 (in seguito 3330) con il Frab Server, e programmato una specie di framework in php che mi permetteva di inviare e ricevere sms in modo completamente automatico. Notti intere a decifrare degli xml incasinatissimi, roba compressa, degli stream stranissimi non documentati, un disastro. Ma funzionava. E bene. In seguito programmai anche le funzioni meteo (previsioni da tempoitalia.it), cinema (che, indicando una città, trovava i cinema vicini a quella città con orari dettagliati), trama (trama di un film), wikipedia (ricerca su wikipedia), wifik (decrittazione della chiave WPA di default delle reti Alice/Fastweb).

Purtroppo con gli anni non sono riuscito a stargli dietro: i servizi su cui mi basavo (radio 105, virgin, tempoitalia, comingsoon) si evolvono troppo rapidamente per star lì a rifare tutto ogni volta che fanno un update del sito. Quindi lascio stare. Peccato perchè prometteva bene.

Veniamo al secondo: frab sms system.

Nato come esperimento per impratichirmi sul CSS e su MySQL, era un servizio che permetteva l’invio di sms gratuiti verso Vodafone. Qualcosa come 500 al giorno – non spiego come ho fatto, o almeno, non pubblicamente, peccato perchè era ingegnoso :P – nella storia ha visto molte evoluzioni, addirittura invio multiplo, rubrica, storico messaggi con i singoli messaggi eliminabili. Da qualche mese Vodafone ha chiuso “la porta” che usavo per mandare tutti questi sms, e posso chiudere “all’attivo” con 8728 sms inviati tra Marzo 2009 e Agosto 2011. Se consideriamo un costo di 0,15 €/sms, si può teorizzare un risparmio (non mio, ma diviso tra gli utenti) di circa 1300 €. Insomma, good game per un progettino nato per caso.

Grazie a tutti quelli che hanno usato questi servizi, a quel semo di MirkolofYO, a quel tizio anonimo di Vodafone che mi sgridò per fare queste cazzate con i loro server (epico il messaggio che ricevette il mio server al tempo delle prime prove tecniche: “Studia il protocollo SMTP meglio e non usare gli indirizzi email degli altri. Primo avviso.“).

Sono un pò dispiaciuto che mesi e mesi di lavoro finiscano così, senza aver lasciato un segno, ma è stato bello e ho imparato molto. Specialmente che con voglia, tempo e PHP, una qualsiasi idea può passare dallo stato “SOGNO” allo stato “FUNZIONANTE”.

Se per caso qualcuno ha voglia di portare avanti il tutto, di leggere i sorgenti, o di farmi domande, sono disponibile ad ogni tipo di chiarimento, contattatemi tramite l’apposita sezione in homepage. Tutto il lavoro svolto è disponibile sotto licenza Beerware.

So Long, and thanks for all the fish.

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.